martedì 30 settembre 2014

Bruschettone stracchino,rucola e pinoli croccanti.

A chi e' capitato di avere del pane e non sapere cosa farne?A parte le classiche polpette un bruschettone e' l'ideale per un entrée o una merenda goduriosa...
Tostiamo 30 gr di pinoli in una padella antiaderente senza grassi aggiunti.Appena avranno raggiunto una tonalita' marrone chiaro sono pronti per essere tagliati al coltello grossolanamente.
Tagliamo il pane a fette e le facciamo bruscare in forno a 180° non prima di averlo cosparso generosamente con olio extravergine di oliva,sale macinato al momento e ,a chi piace, uno spicchio d'aglio.
Mentre il pane e' in forno in una capiente terrina ammorbidiamo con la forchetta due confezioni di stracchino che condiremo con pepe bianco,rucola "stracciata" a mano,olio extravergine e amalgamiamo anche i pinoli tostati.
Regoliamo di sale e non appena sara' pronto il pane cospargiamo la superficie della crema ottenuta...
 
Bon appetit
 

giovedì 25 settembre 2014

Torta salata di riso senza uova

Va bene lo ammetto...impazzisco per i formaggi!!!
Non ho alcuna preferenza:da quelli piu' delicati e cremosi a quelli dal sapore strong e puzzolenti...per me e' poesia.
Ecco perché il formaggio lo metto dappertutto(l'unica ricetta dove non l'ho messo e' quella della ganache al cioccolato!)
Terminato il delirio "formaggesco" vi racconto questa ricetta  di riciclo ma golosissima.

Per 6 persone:
500 gr di riso
250 ml latte
1.5 lt brodo
200 gr emmenthal
100 gr parmigiano grattugiato
sale
pepe bianco
70 gr burro
2 cucchiai di olio extravergine
20 gr cipolla


Questa ricetta l'ho realizzata(per caso) con avanzi di risotto al parmigiano.
Per il risotto il procedimento e' il classico,ossia facciamo tostare il riso con due anelli di cipolla tritati e 2 cucchiai di olio extravergine o burro chiarificato.
Aggiungiamo il brodo e non ne versiamo altro finche' non e' assorbito ed evaporato il precedente.
A cottura ultimata(il riso non deve essere troppo asciutto e nemmeno una minestrina) mantechiamo con burro,pepe bianco e parmigiano(a fuoco spento).Questa e' una golosissima variante di risotto economica,veloce e cremosa.
Dopo circa mezz'ora,ovviamente, e' diventato tutta una massa per cui ho aggiunto il latte freddo a filo,fino ad ottenere un composto cremoso e fluido.
Non e' necessario aggiungere tutto il latte.
Tagliamo l'emmenthal a tocchi  piccoli e lo incorporiamo al riso.
In alternativa all Emmenthal possiamo usare taleggio,gorgonzola o il vostro formaggio preferito.
Adagiamo il tutto in una teglia da forno,cospargiamo di parmigiano grattugiato e cuociamo a 180° in forno preriscaldato 30 minuti.
La crosticina conferisce un aspetto e un sapore delizioso.
Noi l'abbiamo mangiata cosi' ma potrebbe essere "nobilitata" ad esempio da una crema di asparagi a specchio o una crema di funghi.



Alla prossima!







sabato 20 settembre 2014

Cotolette leggere e croccanti


Dopo gli eccessi vacanzieri e' d'obbligo rimettersi in sesto ma con gusto!
Per 6 persone:
8 anche di pollo disossate
2 uova
pane grattugiato
1 spicchio d'aglio
50 gr pecorino grattugiato
pepe bianco
sale fino
prezzemolo

Uniformiamo lo spessore delle anche di pollo mettendo ogni "fetta" tra due fogli di carta oleata e appiattiamo laddove e' piu' doppia(senza pero' assottigliarle troppo...la bonta' di questa ricetta sta proprio nello spessore della carne.)
Questa operazione permette una cottura uniforme.

Prepariamo la "panure" che fara' da scrigno croccante a questo gustoso piatto:
il pane grattugiato di solito lo preparo con del pane in cassetta(fresco,senza farlo seccare in forno)insaporito con aromi dell'orto a seconda della carne o del pesce che vado a panare.
In questo caso ho frullato il pane in cassetta nel cutter(robot da cucina)con aglio,un filo d'olio extravergine e prezzemolo;alla fine in una terrina ho unito al tutto il pecorino grattugiato ed il pepe bianco.


E' arrivato il momento di panare le anchette (e accendiamo il forno a 180°).
Senza infarinarle le passiamo nelle uova battute poi nel pangrattato saporito premendo bene affinché la panatura cosparga l'intera superfice della carne.
Completata questa operazione disponiamo le cotolette in una teglia da forno, rivestita con cartaforno bagnata e ben strizzata, senza sovrapporle.
 Irroriamo ogni fetta con un filo di olio e inforniamo a 180° 25/30 minuti,finche' si sara' formata una gustosa crosticina croccante e appetitosa.

In questo caso le abbiamo gustate con un goloso gratin di patate ma qualsiasi contorno completa questo piatto che fara' contenti grandi e piccini.
E' dalle cose semplici che nascono piatti che scaldano il cuore.

 

Lettori fissi

a href="http://www.ilbloggatore.com/" title="Il Bloggatore">Il Bloggatore