giovedì 25 agosto 2011

FISHNESS

Estate è sinonimo di pesce fresco a volonta' ma non tutti preferiscono il pesce azzurro.


In questa categoria rientrano la sardina,il sughero,lo sgombro,l'aguglia,lo spratto.Si distinguono per la loro digeribilita' ( sono ricchi in omega 3,cosiddetti grassi "buoni")e per il prezzo che spesso è piu' che accessibile.Erroneamente si pensa che la preparazione del pesce azzurro fa parte della cucina "povera" ma ci sono molteplici varianti per cucinare questo straordinario prodotto che fa bene alla tasca e alla salute.In passato per conservare questo pesce si usava metterlo sott'olio,sotto aceto e sotto sale.
SARDE ALLA BECCAFICO:
1 kg di alici(faccio togliere lisca e "capa")
pane grattugiato(preferisco del pane del giorno prima spezzettato e frullato)
pecorino
pinoli
uvetta(facoltativa)
prezzemolo
aglio
sale
peperoncino(se piace)
olio extravergine
Sciacquo le alici sotto l'acqua corrente(le metto in un colapasta sotto il getto dell'acqua)poi le asciugo in un torcione bianco e (ovviamente...)pulito.
Preparo il condimento con il pangrattato,lìolio,il prezzemolo,l'aglio,il sale,il pecorino e il peperoncino tritato;i pinoli li faccio leggermente tostare in padella senza olio,cosi'rilasciano il loro caratteristico aroma.
L'uvetta la faccio ammollare in un vino bianco secco e la aggiungo(dopo averla strizzata)al tutto.
Fatto cio' dispongo su una pirofila uno strato di alici aperte a pancia in su';le farcisco a dovere con l'intingolo e le ricopro con un altro strato di alici(a pancia in giu').
Le ricopro di un filo d'olio e le inforno per 10 minuti a 190°.
Come contorniamo?Semplice:ho due alternative;una bella insalata di pomodori cuore di bue con basilico,olio extravergine,sale e cipollina fresca oppure songino,rucola e cetrioli fresci a tocchettini.

Lettori fissi

a href="http://www.ilbloggatore.com/" title="Il Bloggatore">Il Bloggatore